importante!

attezione! l'url del blog è cambiato! non è più nicozbalboa.blogspot.com (anche se questo indirizzo funziona ancora) MA www.arty-mom.com!
quindi se siete arrivate/i al blog tramite il vecchio url .blogspot sappiate che alcune funzioni della pagina potrebbero non funzionare.

Followers

mardi 26 avril 2011

riflessioni sulle attività Montessori proposte fino ad ora (col senno di poi)

ok, mi arrovello. penso e ripenso alle attività Montessori che ho proposto fin'ora a Mina e ora che ho frequentato la formazione Montessori ne deduco che ho irrimediabilmente traumatizzato mia figlia A VITA.

ehehe, sto scherzando! volevo iniziare forte per catturare la vostra attenzione. ma un fondo di verità c'è. cioè, non che le attività fossero sbagliate...e male non possono averle fatto! ma è proprio il principio di "far fare" delle attività ai propri figli che COZZA con la pedagogia Montessori che vuole il pupino libero di sceglire cosa fare, come farlo e quando farlo. anche se questo "fare" fosse semplicemente "niente". perché il "niente" un giorno sarà seguito dal "tutto", la curiosità e la voglia di fare di un bambino possono sorprenderci!

insomma, scrivo questo post perché voglio rettificare un po' il tiro.

lo spazio di lavoro:


l'ideale sarebbe installare (più o meno) tutto il materiale Montessori su un mobile in maniera che il materiale salga in "difficoltà" (da sinistra a destra si comincia dal versare ceci e si finisce all'astrofisica^^) e lasciarlo li' ad aspettare che il pupino si interessi a un'attività piuttosto che a un'altra. questo materiale NON dovrebbe essere installato nella camera dovo ci sono i giochi. e le attività dovrebbero essere a disposizione in tempi definiti e regolari (per esempio: tutte le mattine dalle 9 alle 12. o tutti i giovedi'. o che ne so io)*. e se non avete una camera a parte allora metteteci davanti una tendina che si chiuderà una voltà l'orario "Montessori" terminato.

di materiale ce n'è un bel po' ma diciamo che senza formazione quello più immediato e semplice da mettere in pratica è quello composto dai vassoi di "vita pratica".


(foto presa da una scuola Montessori di Québec)

la Montessori specifica anche che in una classe di lavoro ci dev'essere una parte con le mensole per le attività, una parte per "lo sport" (una palla attaccata ad una corda che scende dal soffitto, un trampolino per saltare etc etc). e al centro, a legare il tutto, c'è la famosa linea ellittica (la linea bianca) di cui vi parlerò poi. oltretutto tutte le classi devono avere l'accesso a un giardino perché ogni bambino deve poter aver accesso ad un pezzetto di terra da coltivare da solo (se non avete un giardino un vaso andrà bene lo stesso)

la presentazione delle attività:

in questo io ho sbagliato, avevo letto che bisognava mettersi alla destra del bambino e spiegargli l'attività in silenzio. e cosi' facevo OGNI volta che PROPONEVO (aia!) le attività a Mina. quello che non sapevo è che la spiegazione viene effettuata una volta sola (e una soltanto) e in assoluto SILENZIO. perché il bambino assorbe ogni movimento che facciamo mentre mostriamo come (ad esempio) versare l'acqua con il bricchetto. mi ricordo la prima volta che ho fatto vedere a Mina come si faceva, avevo la spugna in mano e dopo aver versato ho dato un colpetto di spugna sul tavolo che aveva delle bricioline. beh, Mina per un bel po' a versato l'acqua dando sempre un colpo di spugna anche sul tavolo! come dice Maria Montessori, l'anima del bambino da 0 a 5/6 anni è una spugna (appunto) che assorbe tutto ciò che lo circonda (nel bene e nel male. non che un colpo di spugna sul tavolo sia il male, eh!? ma è per rendere l'idea).

insomma per presentare un vassoio bisogna decomporre i movimenti, in modo lento e preciso, senza una sola parola. è un po' per questo che la situazione ottimale sarebbe che fosse stato il bambino a scegliere l'attività perché ciò garantirebbe la sua piena attenzione!
una volta mostrato il materiale la "prassi" vuole che si mostri anche come metterlo a posto e che venga data la possibilità al bambino di esercitarsi su questo materiale per quante volte voglia senza correggerlo MAI (lui si esercita proprio per arrivare da solo a riprodurre il movimento che ha visto e registrato durante la presentazione) né premiarlo se riesce (invece di dire "bravo!" bisignrebbe prendere l'abitudine di chiedere "ti sei divertito?/ti è piaciuto?" oppure "vedo che quest'attività ti ha appassionato". tipo)


(Maria Montessori fa una presentazione del materiale)

poi magari più avanti vi parlerò di materiali un po' più specifici. per ora però mi sembrava utile fare questa precisazione. che ne pensate? voi come avevate fatto "a casa"?
buonanotte!

*-update-
un piccolo update per rispondere a una domanda di Sara che mi sembra pertinente. non mi sono spiegata benissimo sul perché degli orari rigidi e fissi. (io sto parlando di pupi dai 2anni/2anni e mezzo in sù, ok? prima non ha molto senso dare orari né creare una vera e propria classe)
soprattutto in caso di homeschooling, dividere la giornata tra attività Montessori-e-non può essere un modo di organizzarsi. l'orario è rigido è tale solo per come si "situa" nella giornata ma il bambino durante quelle ore può scegliere pure di star a scaccolarsi tutta la mattina o di rimanere tutto il tempo in giardino a saltare a corda.
quello che diamo di "rigido"...di "fisso" direi io, è la certezza della nostra presenza e disponibilità assoluta nella classe montessori qualora il bambino fosse interessato. cioè in quelle ore scelte si stacca il tel, si leva la zuppa dal fuoco e non si lavora a maglia. si sta nella classe a disposizione del bambino, e se il bambino non è interessato si aspetta magari rifinendo il materiale che abbiam fatto da noi.
oltretutto dividere a compartimenti stagni permette di organizzare la giornata per attività mamma-figli@, attività più creative o "semplicemente" di gioco.

19 commentaires:

Sara a dit…

Una domanda ignorante:
ma perchė le attività solo a orari fissi e rigidi???
...io sono una sostenitrice dell' "a richiesta"...
E poi non cozza un po' con l'interessante discorso dei momenti sensibili?
Se mia figlia ha voglia di fare qualche attività fuori dall' "orario d'ufficio" devo vietarglielo? o__o'...

nicoz a dit…

(infatti buona domanda. nn mi son spiegata biene io. mi sa che mo' correggo il post)

no, fuori orario puo' fare tutto ma loro alla formazione dicevano (in caso di homeschooling) di dividere la giornata per dare spazio anche alle attività mamma-figlia. o attività più creative o "semplicemente" di gioco.
l'orario è rigido solo per come si "situa" nella giornata. ma il pupo puo' scegliere pure di star a scaccolarsi tutta la mattina, o di rimanere tutto il tempo in giardino. quello che diamo di "rigido"...di "fisso" direi io, è la certezza della nostra presenza e disponibilità nella classe montessori qualora il bambino fosse interessato. cioè in quelle ore scelte si stacca il tel, la zuppa sul fuoco etc etc.

:D

nicoz a dit…

ps:(io sto parlando di pupi dai 2anni/2anni e mezzo in sù, ok? prima non ha senso dare orari né creare una vera e propria classe)
:-)))

valentina a dit…

Che belle queste tue spiegazioni delle attività montessori!!ti prego continua a postare cose relative alla tua formazione!!
Io in alcuni momenti cerco di osservare Tommy mentre gioca...come dici tu lui è ancora piccolino per instaurare un orario fisso per un'attività...però cerco di rendermi disponibile per lui..ci sono e basta..lui gironzola per la stanza, prende i vari oggetti, ci gioca, li lascia...

mammanicoz a dit…

grazie cara! che poi per i più picini ci son attività "montessoriane" ma passano più per la scoperta, il tatto di materiali diversi e naturali. il contatto e l'attenzione, come dici tu. :-)

manu a dit…

quale libro (in italiano) mi consiglieresti per "iniziare" un po'a capire il MAGICO MONDO MONTESSORI? :)
Immagino che ne siano a bizzeffe...cosi, su due piedi, quello che ti viene in mente possa essermi utile.
Leo ha 10 mesi (...e mezzo!) e non saprei proprio da dove iniziare un'approccio al gioco Montessoriano!
Purtroppo l'asilo Mont. è da escludere per noi: dista da casa nostra 1 ora e mezza di macchina...e noi NON abbiamo la macchina! :)

Grazie Nicoz, bacetti!

P.S: MO-LES-KI-NE! MO-LES-KI-NE! Waiting! :))))))))

***KlArte*** a dit…

Uauuuuuu, fantastico post...lo rileggo domani con più calma perchè di errori ne ho fatti mica pochi!!! sigh sigh! Notte!

nicoz a dit…

manu io sto leggendo questo: http://rcm-it.amazon.it/e/cm?lt1=_blank&bc1=000000&IS2=1&bg1=FFFFFF&fc1=000000&lc1=0000FF&t=art070-21&o=29&p=8&l=as4&m=amazon&f=ifr&ref=ss_til&asins=8811675049
pero' mi hann detto che anche questo è interessante: http://www.amazon.it/gp/product/8811675022/ref=as_li_ss_tl?ie=UTF8&tag=art070-21&linkCode=as2&camp=3370&creative=24114&creativeASIN=8811675022
ovviamente io ne avevo ordinati altri due! :S

cmq ora me li sfoltisco un po' e magari t dico.

altrimenti c'è questo: http://www.solidarity.org/fr/publ.html
che è un librone da 50pippi che pero' è super completo. e i soldi ricavati li spendono per comprare materiale montessori (e per creare scuole montessori) in paesi in via d sviluppo.

grazie kiarte!
per fortuna che agli errori possiam sembre riparare :-)

nicoz a dit…

ps: io il ibrone nn ce l'ho! ma me l'ha consigliato tiziana d montessori street. diciamo che costa meno di una formazione...tié. pero' è cmq caretto.

Sabrina a dit…

Grazie per questo bel post, è molto imteressante e spiegato bene.
Attendo i prossimi!

Anonyme a dit…

io ho letto educazione per un mondo nuovo e il bambino in famiglia e li ho trovati illuminanti, soprattutto il secondo, a volte però penso di fareun pò di confusione con zoe....devo studiare meglio!!!!
grazie nicoz "illuminaci" :)))))
filli

Anonyme a dit…

invece di dire "bravo!" bisignrebbe prendere l'abitudine di chiedere "ti sei divertito?/ti è piaciuto?" oppure "vedo che quest'attività ti ha appassionato". tipo


ho letto un'infinità di varianti - dalla montessori alla dolto, passando per la phillips e quanto c'è in mezzo- che vanno dal "ti è piaciuto?" al "mamma ti osserva/ti ha osservato" fino al semplice sorriso o cenno di assenso con la testa.

perchè, come dici tu, non va lodato il bambino che fa la cosa giusta (che presuppone la deplorazione o il biasimo per la cosa sbagliata).
ma ammetto che per me è molto difficile non intervenire per correggere e premiare, perchè mio malgrado sono il prodotto di un'educazione correttiva e correttrice e anche quando va sullo scivolo mi ritrovo a urlargli "bravo!" salvo poi mordermi la lingua.
so che per lui è importante essere al centro della mia attenzione e non essere lodato come un cane che riporta la palla, ma mi è davvero difficile tirare il freno su questo.

comunque queste "dispense montessoriane" sono molto interessanti
merci! :)

swimmingpoolmum

mammanicoz a dit…

prego filli! :P

swimming, ma a chi lo dici! è difficile nn dire "bravo!" e nn dobbiamo manco star a farci troppe pippe mentali, secondo me! io er es, quand è sullo scivolo invece di dire brava (a volte lo dico, fa più piacere a me dirlo che a lei riceverlo^^) gli dico "che fico!" :D

Anonyme a dit…

gli dico "che fico!" :D


ed è veramente fico andare sullo scivolo, in effetti.
ma per me è proprio incoercibile il desiderio di lodarlo con quel cazzo di "bravo".
voglio dire, non è che sento solo la necessità di ululare al vento la mia gioia nel vederlo felice e soddisfatto e mi esce quella parola; no, è proprio una specie di impulso pavloviano all'encomio.

e dire che invece detesto profondamente chi mi dice - mi diceva da piccola, e mi dice tuttoggi, ad esempio sul lavoro- "brava!", tanto che mi scatena reazioni compulsive tipo strappare tutto e sbattere la porta.

come woody allen con la stradale , anch'io ho un serio problema con l'autorità costituita (e con le istituzioni in generale che hanno il potere di approvare/disapprovare)

eppure tanto lo odio e tanto lo reitero...proverò con che fico :)

swimmum

Frida a dit…

Non vedevo l'ora di leggere qualcosa sulla tua formazione :D
Grazie grazie x tutti questi spunti!

mammanicoz a dit…

ahahaha! esattto! ahahaha!
mi piace tnatissimo come la spezzetta e butta via i pezzettini con educazione "don't take it personally" ahahaha!

cmq i tipi della formazione montessori parlando di questa cosa -e dei giocattoli inutili che tutti regalano ai nostri figli- che son cose che diciamo/facciamo per rassicurare il bambino che è in noi. bah.
io cmq dico: naturalezza e scioltezza! nn credo che traumatizzeremo i nostri figli a vita se ci esce un sano e genuino "bravo" ogni tanto! :°D

prego frida ♥

Alabama a dit…

Sì ma nessuno qui dice niente sulla COFANA DELLA MONTESSORI!!!
Ma che capelli ha?? O è un turbante?!?!
Sembra URSULA della Sirenetta!!!

XDDDD

nicoz a dit…

esatto! manco amy whinehouse (come si scrive?)
cmq, secondome quello è tutto cervello. di capelli ne aveva 3 in realtà XD

evinrude a dit…

ciao Nicoz
ho visto le attività che proponi a tua figlia e sono molto interessanti. sono appena approdata all'educazione montessoriana e sono contenta di poter vedere quanto siano utili, sia per l'indipendenza del bimbo, sia per la figura genitoriale.
il tuo blog è forte!
M.

questo messaggio è per te che non commenti MAI:


amatissim@ lurker, potresti ogni tanto lasciare un commentino cosi' da non farmi sentire proprio sola & derelitta in questa landa desolata che è internet?
(ringrazio di cuore tutti quelli che gi à i commenti li lasciano, grazie per far si che questo blog non si trasformi in un tumblelog)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...