importante!

attezione! l'url del blog è cambiato! non è più nicozbalboa.blogspot.com (anche se questo indirizzo funziona ancora) MA www.arty-mom.com!
quindi se siete arrivate/i al blog tramite il vecchio url .blogspot sappiate che alcune funzioni della pagina potrebbero non funzionare.

Followers

lundi 16 mai 2011

un po' di Montessori random #2 (aka organizzazione dello spazio)

non me lo ricordo se l'ho già scritto da qualche parte ma sto organizzando una piccola "classe Montessori" in quella che è, in effetti, la "lavanderia". cioè una stanzetta che abbiamo al piano terra in cui c'è la lavatrice, il cesto dei panni sporchi e un armadio per metterci le coperte e gli asciugamani. ma c'è anche un divano-letto per tutti quelli che vengono a trovarci (c'è a lavatrice, ok, ma è comunque una stanzetta carina che da direttamente sul cortiletto interno di casa nostra).
c'erano anche 2 scarpiere di ferro colorato. ho spostato queste scarpiere e ho fatto in modo di infilare ai lati della lavatrice due mobili a mensole per installarci i primi materiali Montessori. soprattutto materiali di "vita pratica" e poca roba di "materiale sensoriale" (alcune cose sono in preparazione e arriveranno presto. anche se non so dove le mettero' visto lo spazio limitato!).



da notare che questo mobile a mensole di ferro bianco l'ho montato IO. devo star davvero in fissa con sta storia della Montessori per riuscire a montare perfino un mobile, visto come sono impedita di solito! allora al piano più basso, cioè per terra per esser precisi c'è il vassoietto con la scopetta e paletta.
poi appena sopra ci sono le cuccumelle coi ceci ed il cucchiaino e accanto c'è una cuccumella di ceci da spostare con la pinzetta. ma questa della pinzetta mi è sembrata un po' troppo difficile come attività e l'ho sostituita con un'altra che vi faro' veder presto (l'attività delle noci e della pinza da ghiaccio, che nel mio caso è una pinza da zucchero. ma vabbè...).
nel piano successivo ci sono le brocche, una con i ceci e l'altra con il riso (si arriva in modo graduale alla difficoltà dell'acqua restringendo la misura delle cose versate).
quindi, più in alto, le brocche con l'acqua con tanto di spugna e accanto due bottiglie e un piccolo imbuto per imparare a versare con l'imbuto inserito. anche in questo vassoio c'è una spugna.
nell'altro piano ci sono i tovaglioli da piegare (vedi foto sotto) e il vassoio con le scatole (per imparare ad aprire scatole di diverso tipo. notare la scatola D&G che conteneva dei MOCASSINI SCAMOSCIATI ROSA che mia madre offrì a Mina appena nata -_-').
nella foto all'ultimo piano ci sono due scatolette di legno con dentro dei pezzi di stoffa messi per coppie. in una scatola ci sono diverse coppie di tessuto di colore "neutro" dal più liscio al più ruvido (dalla seta alla tela grezza). e nell'altra scatola ci sono varie coppie di tessuti dai colori e consistenze più disparate che il bambino dovrà accoppiare, di solito ad occhi chiusi, dipenderà dall'attività. magari ne parlero' meglio più tardi. e comunque ora quelle scatole sono state spostate...sto ancora cercando l'assetto giusto dei vassoi perché, in teoria, dovrebbero essere sistemati in ordine di "difficoltà", rispettando l'evoluzione del bambino.



quesit sono i tovaglioli per imparare a piegare, c'ho cucito (a punto zig-zag) la guida per aiutare il bambino (Mina!) a piegare il fazzoletto in 4 parti (con due piegature) sia in diagonale che in 'perpendicolare'. in totale ho cucito 4 fazzoletti, due per la piegatura in diagonale e 2 per quella 'perpendicolare'. e, per esempio per quello perpendicolare, ho fatto il primo con la prima cucitura e il secondo con due cuciture, una cucitura per ogni movimento. ODDIO mi saro' spiegata? su youtube ho trovato solo questo video che pero' indica il movimento di piegatura ad un livello già avanzato perché non ci sono le linee guida.



qui c'è Mina che versa con le bottiglie e l'imbuto. io all'inizio le ho fatto vedere il movimento esatto (lentamente e in silenzio) poi lei sperimenta come vuole (e quanto vuole). all'inizio ha usato anche l'imbuto ma poi l'ha lasciato da parte. magari è un'imbuto troppo grande, non so...



questo è l'atlro mobile, in basso si vedono i libri. ora li ho spostati.
importante, ci sono solo libri con cose "reali". niente storie inventate o kawaii per la classe Montessori*. quindi largo ai libri d'immagini, libri sulla natura o sui popoli del mondo. io ho messo questi: Une histoire de l'allaitement, We Like to Nurse, A Ride on Mother's Back: A Day of Baby Carrying Around the World, Imagier e qualche libro con foto di cuccioli di animali con la propria mamma. e forse ci starebbe bene pure questo Bébés du Monde. che poi son libri di cui avevo già parlato qui e qui)



questa è una delle attività che trovo più divertente per i piccini. si mettono insime un po' di oggetti di uso comune. io li ho scelti un po' a cazzo. ma comunque, ci sono: degli occhiali, un telefono, una conchiglia piccola e una grande, una conchiglia zigrinata, un pennello, una matita, una molletta, un pezzo di seta, un rotolo di scotch, una bobina di filo e poi altre cose che ora non mi ricordo. il bambino in un primo momento impara a conoscerli e se li conosce già impara a nominarli. quando (tramite la "lezione in tre tempi" di cui poi magari vi parlero') li sa nominare tutti, se ne mettono 2 o 3 in un sacchettino (o anche 1 o 2. poi si aumenta la difficoltà nel tempo aggiungendo più oggetti) e si chiede al bambino di riconoscere e nominare l'oggetto solo attraverso il tatto.

nella foto si vede una linea ellittica sul tappeto viola. l'ho fatta con lo scotch ed è un po' stortignaccola ma devo trovare il modo per farla meglio. questa linea in teroia bianca si chiama, appunto, LINEA BIANCA ed è il centro della classe. il luogo in cui si riuniscono i bambini, in cui i bambini imparano a camminare con il vassoio in mano o, semplicemente, a camminare nei modi più disparati (con un passo da "formica" o da "gigante" ad esempio) sviluppando la cordianzione.

ora mi servirebbero qualche figlio di amiche per sperimentare un po', oltre che con Mina. se quindi passate da La Rochelle fatemi un fischio. eheheh...

(buonanotte)


---update1---
ah! dimenticavo!!! come si vede dall'ultima foto, ogni bambino ha a disposizione un tappetino che conserverà per tutto il giorno. quel tappetino è il suo spazio e nessuno puo' invaderlo. io ho preso un tappetino da yoga comprato per due soldi da decatl*n e l'ho tagliato in 4. non si sa mai, dovessi far la classe Montessori ad altri 3 bambini in contemporanea a Mina...

---update2---
*nei commenti è uscita una questione molto interessante a cui volevo rispondere anche qui sul blog, per quell* che non leggono i commenti. ecco:

"olimpia in realtà ho scritto male io (ora correggo il post)...cioè i libri di fantasia non sono contemplati "solo" dagli 0-5anni (+o-) per il semplice fatto che il bambino non ha il senso dell'astrazione. ed è concentrato ad ASSORBIRE tutto cio' che lo circonda della REALTÀ.quindi con storie di fantasia, si ritrova ad asorbire cose non vere che lui prenderà per vere.
ok, io questa cosa la applico solo in parte, cioè nella classe Montessori non ci sono libri di fantasia ma nella sua camera si'. e devo ammettere che guardiamo anche dei dvd (tipo Ponyo, Totoro, Kiki's delivery service. insomma quasi tutti i Miyazaki. e mai i Disney che finché non me li chiederà lei io ignorero'). e, per esempio, in Totoro o Ponyo la cosa che la colpisce poi sono i pesci, gli alberi, i bambini, il mare.
ho quindi l'impressione che, come al solito, il pupino sa verso cosa dirigersi. infatti quando le leggo storie troppo fantasiose (da "pelle d'asino" alle "favole al telefono" di Rodari, appunto) beh lei si perde via e non è che mi ascolta più di tanto!!!
per fare un'altro esempio, per Mina la "favola" che funziona meglio la sera è il raccontarle la giornata che ha appena vissuto! :-)"

18 commentaires:

Marcella Brancaforte a dit…

altrochè, qui siamo ortodossia allo stato puro,complimenti nicoz e fortunata mina, bellissima questa foto dove si "sentono" la concentrazione e il silenzio...

giulia a dit…

naaaaa che figata!!!!! bravaaaaaa!!!
NIcoz subito a Roma a farci i corsi Montessori 'dal vivo'!!!!
:)
(che belli questi post montessoriani sono interessantissimi...io sto sperimentando qualche travaso e devo dire che vittoria apprezza molto)

OZ a dit…

Mamma che brava che stai diventando. Complimenti come sempre per la tenacia e l'entusiasmo. Come mai non sono previsti libri con storie di fantasia? Sono curiosa! Per esempio Rodari non andrebbe bene per la didattica Montessoriana?

nicoz a dit…

grazie ciccine!!! (magari riuscir a portar il materiale a roma^^)

olimpia in realtà ho scritto male io (ora correggo il post)...cioè i libri di fantasia non sono contemplati "solo" dagli 0-5anni (+o-) per il semplice fatto che il bambino non ha il senso dell'astrazione. ed è concentrato ad ASSORBIRE tutto cio' che lo circonda della REALTÀ.quindi con storie di fantasia, si ritrova ad asorbire cose non vere che lui prenderà per vere.
ok, io questa cosa la applico solo in parte, cioè nella classe Montessori non ci sono libri di fantasia ma nella sua camera si'. e deo ammettere che guardiamo anche dei dvd (tipo Ponyo, Totoro, Kiki's delivery service. insomma quasi tutti i miyazaki). e, per esempio, in Totoro o Ponyo la cosa che la colpisce poi sono i pesci, gli alberi, i bambini, il mare.
ho, quindi, l'impressione che, come al solito, il pupino sa verso cosa dirigersi. infatti quando le leggo storie troppo fantasiose (da "pelle d'asino" alle "favole al telefono" di rodari, appunto) beh lei si perde via e non è che mi ascolta più di tanto!!!

per portare un'altro esempio, per Mina la "favola" che funziona meglio la sera è il raccontarle la giornata che ha appena vissuto! :-)

Anonyme a dit…

ma che bello! brava davvero!
sto seguendo davvero con interesse tutti i tuoi post montessoriani e vi invidio un sacco per la bellissima scuoletta a un'ora da casa ;-)
noi, dal basso dei nostri 14 mesi, siamo ancora "allo stato brado della sperimentazione del mondo" (=un piccolo terminator curioso e imprevedibile che si entusiasma per ogni cosa ^-^), ma sto già rimuginando nuove sistemazioni dei vari angoli della casa per dare spazio ai crescenti momenti di attenzione e elaborazione di fabio.
grazie mille per la condivisione di esperienza!!!!sei una tesoro!
ciao
ire

nicoz a dit…

graiz a te ire per venir a trovarmi sul blog (e per lasciar un commento)!!! :-)

fammi sapere!!!

ska a dit…

Flavio durante i pasti ha deciso spontaneamente di sperimentare i travasi dell'acqua. Siccome pretende anche di bere dal bicchiere di vetro e di versarsi l'acqua da solo, ho eliminato dal tavolo la brocca da un litro e mezzo e gli ho messo a disposizione la bottiglietta da mezzo litro, poi gli ho dato due bicchieri de suoi, coi manici, e lui travasa e travasa, all'inizio abbastanza accuratamente e con concentrazione, poi sempre più svogliato e facendo un gran casino, Anch'io gli avevo dato un imbuto ma pure lui l'ha messo subito da parte.
Comunque la faccenda Montessori è interessante ma penso che a parte queste sperimentazioni spontanee come quelle dell'acqua e degli oggetti di uso comune radunati a caso, un impegno così totale sarebbe impensabile per noi... ma soprattutto per lui! Tutte le volte che propongo qualche attività "didattica", comincia a scaraventare tutto in ogni direzione e a sbattere le cose. Magari sono io che non sono capace a proporre, però a volte mi sembra proprio un bambino dalla scarsa concentrazione, o forse ancora troppo impegnato a sfogare le energie fisiche :)

nicoz a dit…

tesorina ci sono due cose, uno che flavio è ancora piccinoooo!!!!! le attività montessori di vita pratica (l'ho imparato da poco) partono dai 2anni/2anni e mezzo.

MA SOPRATTUTTO...
NON SI DEVONO PROPORREEE!!!!!!!!!! :-)

per questo è bene aver qualche attività ben distinta su un vassoio, a disposizione e a portata di pupo. perché se sarà lui a scegliere un'atività vedrai come sarà concentrato. dev'essere "affar loro" per poterli veder concentrati (come dicevo nel post prima).

e almeno all'inizio devi dargli la tua total disponibiltà...e poi i travasetti e tutto il materiale montessori si fa veder SOLO una volta. in silenzio e con calma, vedrai che se la cosa gl'interessa, perché la scelta lui, ti darà retta e come. dopo aver presentato il materiale lo si lascia sperimentare (spiegando sempre la regola che ogni attiità dopo va rimessa a posto. cioè per precisione, la prassi vorrebbe che chi mostra l'attività poi chieda "vuoi provare?" rimandenso accanto al pupo. poi gli si dice: "adesso rimetto l'attività a posto, tu potrai riprenderla quando vuoi e per quanto tempo vuoi". e in teoria il pupo dovrebbe riprenderla subito MA non è detto. su materiali complicati è possibile le la "dimostrazione" l'abbia steso (vedi cubo del trinomio^^)).

se ce la fai prendi anche solo la parte bassa di UNA mensola e mettici uno,due o " vassoi (che ne so, il versare e/o travasare i ceci. o un cestino con sassi/conchiglie/oggetti da scoprire e magaridue cuccumelle con acqua e spugna per imparare ad usar la spugna prima di attaccare il versar con l'acqua) e ci tiri su una tendina, o incastri nella mensoa supra un pezzo di stoffa che copra il tutto. e magari ti dai una o due ore a settimana o al giorno (o che ne so io) in cui apri questa "tendina". magari manipoli il materiale. ma nn proponi nulla...e vedi se lui viene ad interessarsi. magari nn lo farà la prima volta. ma quando sarà pronto verrà da se :-))))))))))))))))

nicoz a dit…

vabbè scusa gli erro d'itaGLiano. tipo "perché la scelta lui"
ahaahhaha!!!

nicoz a dit…

ancora una cosa!(^^)

nn te la voglio far più complicata, eh! cioè se t va POTRESTI organizzarti cosi', ma nn credo ci sia SOLO UN UNICO modo di fare.

oltrettuttto se già se gli dai la possibilità a tavolta di sperimentare un po' con il versare, è già una cosa FICHISSIMA!!! sai quante mamme ignorano ste richieste dei oro piccini!? quindi sei una grande!

mi son permessa d proporti altro perché avevo l'impressione che il fatto che tutto finisse in "casotto" di stressasse un po' (a me MI stressa, per esmpio, eh!^^)

pero' ,per ex, un'altra soluzione potrebbe esser fargli sperimentar il versare NEL BAGNETTO. no? metti un po' di brocchette e bicchierini e imbuti('mButi!^^) nella vasca e cosi' anche se spruzza in giro nn fa nulla!
:-)))


fammi sap come evolve!!!!

Frida a dit…

uh lalà!
Interessantissimo come sempre :)
(OT: quanto mi piacciono le foto con l'iPhone... ho la LOMO originale, ma cambiare il filtro e sviluppare il rullino è un po' una palla!)

ska a dit…

Sì sì, nel bagnetto è tutto un versare, non va mai in vasca senza una ciotolina e un paio di pentoline Ikea!
Sì, un po' mi stressa il finale casinista, ma non tanto perché versa l'acqua, quanto perché in un paio di occasioni mi sembra l'abbia proprio fatto apposta e me le ha fatte girare. Però quando è così faccio sparire il tutto e via. Anche la spugnetta per asciugare è stata già sperimentata. La sua posizione per mangiare è di spalle al lavandino, e si è girato lui per chiedercela ed asciugare, carino :) Devo dire che Flavio è un gran casinista ma è molto attento alla routine di economia domestica, e vuole passare l'aspirapolvere (per cui ha una vera ossessione), staccare la spina e riattaccarmela più vicino a dove sto pulendo se vede che non arriva, e poi ha una vera passione per le operazioni di svuotamento della lavastoviglie: lui mi porta piatti e bicchieri uno ad uno e io li metto a posto... questa è una cosa che in effetti fa con molta attenzione.
Va bene, grazie dei consigli, allora mi studio un po' la situazione in vista di un'età più consona, intanto lo sfrutto come bimbo delle pulizie!

nicoz a dit…

frida che fica la lomo vera!!! io queste le faccio cn instagramm perché puoi scegliere i filtri DOPO aver fatto la foto :-)


ska ovvioo!!! poi la sua futura moglie ti frà un monumento! :-)

Tiziana a dit…

ma quindi se il succo è fare attenzione alle richieste dei piccini posso anche rilassarmi, no? cioè, quella roba della tendina io non so se ce la faccio e quando gli ho preparato la scatola con gli oggetti diversi da esplorare mica se li è filati più di tanto, poi però se gli faccio osservare i sassi che troviamo fuori allora si interessa, cioè è come se sgamasse quando le cose sono "proposte" invece che spontanee...
in questi giorni è tornato il trip travasi, evvai!!

la robi a dit…

che bello nicoz! spero solo di riuscire a proporre qualcosa prima che le mie figlie siano troppo grandi (alice ha già 3 anni e mezzo!!) adesso guardo sull'atlante dov'è la rochelle..

nicoz a dit…

tiziana per mina è uguale, preferisce paciugare, esplorare cose random in giro per casa o per strada.
ma gli piace pure far lo stesso nel cestello degli ogetti, una cosa nn esclude l'altra. magari la differenza è solo che nel cestello poi io le faccio veder come si chiaman le cose e facciam dei giochini (tipo riconoscerli col tattoo). mentre, magari, se stiamo in giro o a casa ma nn nella "classe"(lavanderia^^)nn sono sempre concentrata su quello che fa, magari sto leggendo, disegnando, chiaccherando, surfando su internet :PPP


robi capirai ci son tantissime attività per loro. nn è mai troppo tardi. l'importante che rimani cn le antenne alzate per carpire di cosa hann viglia/bisogno :-)

Pasionaria a dit…

complimenti per la dedizione e lo scambio di idee!quella della vas ca da bagno è davvero geniale!
l'asilo dove manderò Viola non sarà montessoriano...purtoppo..(non ce ne sono in zona) ma spero di riuscire a dedicare del tempo io per proporle attività come queste!
Grazie ancora per le tue idee!
Maria

mammatac a dit…

oddio, mi sono persa tra i commenti e non mi ricordo più quello che volevo dire...!!! ah si, ecco, le storie fittizie. io non sapevo questa cosa del senso dell'astrazione. cioè lo avevo intuito osservando aurelia. e quando ha problemi ad addormentarsi, e magari si lamenta o piange, la cosa che la calma subito è una storia sulla sua giornata-tipo. che si sveglia, latte, cacca, scuola, lista dei nomi dei compagni, delle maestre. se la situazione è "grave" le racconto pure dove attraversiamo la strada, se ci sono fiori, se piove etc. poi quello che mangiano a merenda in classe etc etc. vabbe, si è capito. l'unica licenza che mi prendo è che ogni tanto racconto la storia dell'orsacchiotto rosa (un pupazzo che ha) o di altri animaletti, che però fanno le stesse identiche cose che fa lei, pensa un po' che coincidenza!
ci hanno regalato un libro illustrato di pinocchio, e le piace sfogliarlo, e riconoscere il pesce, il bimbo, gli occhiali di geppetto. ma fatine con i capelli blu ancora non la attirano ;)
dei libri che invece le piacciono da morire sono quelli del dr. seuss (http://www.seussville.com/). noi li abbiamo presi in italiano perché leggerle in inglese ci sembrava eccessivo, già che sta imaprando il tedesco, povera. e le traduzioni sono fatte bene. sono tutte rime e ora inizia ad anticipare le parole, se leggo lentamente.
rispetto al casino a tavola noi abbiamo mezzo risolto con un vassoione di plastica con le ventose, cosi travasa, colora, e inzuppa senza troppe paranoie da parte mia.
ariciao :)

questo messaggio è per te che non commenti MAI:


amatissim@ lurker, potresti ogni tanto lasciare un commentino cosi' da non farmi sentire proprio sola & derelitta in questa landa desolata che è internet?
(ringrazio di cuore tutti quelli che gi à i commenti li lasciano, grazie per far si che questo blog non si trasformi in un tumblelog)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...