importante!

attezione! l'url del blog è cambiato! non è più nicozbalboa.blogspot.com (anche se questo indirizzo funziona ancora) MA www.arty-mom.com!
quindi se siete arrivate/i al blog tramite il vecchio url .blogspot sappiate che alcune funzioni della pagina potrebbero non funzionare.

Followers

Affichage des articles dont le libellé est Catherine Dumonteil Kremer. Afficher tous les articles
Affichage des articles dont le libellé est Catherine Dumonteil Kremer. Afficher tous les articles

mardi 12 mars 2013

urgente mamme milanesi (e dintorni!)

Aucun commentaire:
la mitica Catherine Dumonteil Kremer sarà in italia per uno stage, il weekend che arriva! da non perdere!

Sabato 16, Domenica 17 marzo 2013 MILANO
Vivere in Famiglia
con Catherine Dumonteil-Kremer Programma del seminario
  • Le tecniche di ascolto : saper essere un buon sostegno, circoscrivere le difficoltà dei nostri figli
  • Dare limiti rispettosi : affermarsi, gestire i conflitti
  • I meccanismi emozionali dei bambini e degli adulti : pianti, paure e crisi di rabbia, come
    gestirli
  • Lo sviluppo del bambino : l’ottica dei genitori giardinieri
  • Il posto della coppia in famiglia
  • Il gioco cooperativo e competitivo : esplorare la dimensione ludica della nostra relazione
    familiare

    2 giorni, orari: ore 9.30-12.30 & 14-17/18 a seconda della costituzione del gruppo
    172
    a persona
    Dedicato ai genitori, agli insegnanti e a tutte le persone interessate alla comunicazione interpersonale e alla relazione coi bambini. Il seminario si svolgerà in francese con traduzione italiana.


    Catherine Dumonteil-Kremer è consulente familiare, formatrice di tecniche di comunicazione, educatrice Montessori, animatrice di canto prenatale e familiare.
    E’ fondatrice dell’associazione “La Maison de l’Enfant” e della lista di discussione su internet “parents conscients” e autrice di vari libri (http://www.amazon.it/s/ref=nb_sb_noss?__mk_it_IT=ÅMÅZÕÑ&url=search-alias%3Daps&field-keywords=catherine+dumonteil+kremer)


    Contact (Italia) :
    Myriam Nordemann
    333 2748491
    myriam.nordemann@inwind.it www.ilchidelnord.org 

mercredi 29 juin 2011

c'è sempre tempo

6 commentaires:


c'è sempre tempo per una poppatina. oddio, l'altro giorno ho detto non sempre sempre.
ma lo scorso Week-End ho seguito uno stage di 2 giorni con Catherine Dumonteil Kremer e molte convinzioni sono scivolate via lasciandomi -trall'altro- in balia di me stessa.

ok, mi spiego.

sono stati due giorni intensissimi, si è parlato di comunicazione (non violenta), del nostro rapporto con i figli/mariti/genitori e molte emozioni sono venute in superficie (spesso sotto forma di lacrime). credevo che il fatto di aver letto tanti libri sull'essere mamma (sul maternage) mi avesse aiutato a dimenticare certe ferite dell'infanzia e certi automatismi che mi porto dietro dall'educazione che ho ricevuto dai miei genitori (ferite e automatismi che i miei genitori, a loro volta, si portano dietro dai loro genitori e così via fino all'alba dei tempi.). ferite e automatismi che vorrei evitare di trasmettere a Mina.

in questi due giorni ho capito che ognuno ha le proprie storie familiari che si porta dietro, come uno zaientto, e che lo fanno più o meno soffrire. storie che gli impediscono di amare, di credere negli altri ma anche storie che gli danno la forza di rialzarsi quando è a terra. con il proprio passato bisogna farci i conti.
accettare -senza per forza perdonare- secondo me è la chiave per passare ad altro; per emanciparsi dal bambin@ che abbiamo in noi e che ancora chiede le cose che non ha avuto.

ho anche capito che comunicare è difficile e, a volte, ascoltare lo è ancora di più. ho capito anche che c'è sempre tempo. c'è sempre tempo per mollare un po' la corda e sedersi con la propria bambina. c'è sempre tempo per riparare gli errori del passato. c'è sempre tempo per diventare persone migliori, pensando a migliorare se stessi invece che aspettarsi dagli altri che migliorino per noi. non dico che sia semplice anzi, è difficilissimo ma voglio (provare a) farlo soprattutto per Mina.

e per ME.

(ecco i suoi libri su amaz*n, purtroppo sono tutti in francese!)

mardi 8 juin 2010

l'adolescenza diversamente aka io amo Catherine Dumonteil Kremer

15 commentaires:


sissi' sono ancora a Berlino come molte(molti?) di voi sapranno. pero' scroccando il wifi della galleria vi posto queste foto che mi ero tenuta nel computer. sono le foto dell'ultimo libro di Catherine Dumonteil Kremer :"L'adolescence autrement : Faire confiance aux ados, faire confiance à la vie !
"

chi legge questo blog già da un po', sa che Catherine Dumonteil Kremer è il mio mito.
apparte per il libro che tutte le mamme (e future mamme) dovrebbero leggere:"Elever son enfant autrement : Ressources pour une nouveau maternage" che è un libro in cui si parla di gravidanza, allattamento, pedagogia...alternative. ma con cognizione di causa.

ma poi più di tutti c'è:"Poser des limites à son enfant et le respecter", un libro per capire il valore della "disciplina" e dei "limiti" per i pupi. alla fine della lettura di questo libro capirete che prima dovrete "educarvi" voi se vorrete "pretendere" certe cose dai vostri figli. mi piace il suo punto di vista perché lei parte dal principio (fondamentale) che i bambini non sono venuti al mondo per manipolarci, né per farci i dispetti. e che i "capricci" non esistono. è una grande!
insomma varrebbe la pena imparar a leggere il francese solo per quest'ultimo libro!

tornando a "L'adolescence autrement : Faire confiance aux ados, faire confiance à la vie !
", l'estate scorsa ero in sala d'attesa per fare la risonanza magnetica per la mia ernia del disco, e sono capitata su una rivista per madri e donne borghesi ("figaro madame") e ho cominciato a leggere la posta del dottor Marcel Ruffo, un pedopsicologo molto rinomato in francia. una madre gli scriveva che era preoccupata per sua figlia 15enne perché amava vestirsi alla moda gotica, ascoltava i tokyo-hotel e si truccava gli occhi di nero. alché il "pedopsicologo molto rinomato in francia" le rispondeva che "PROBABILMENTE I VESTITI E IL TRUCCO NERI ERAN SINTOMATICI DI UNA TOSSICODIPENDENZA LATENTE, E CHE ERA SICURAMENTE COLPA DELLE CATTIVE AMICIZIE".
aaaah!!! cooosaaa???? ma che razza di risposta era? mi sembra una risposta molto più degna della pizzicagnola sotto casa che di un "pedopsicologo molto rinomato in francia".
insomma per esser stata anch'io una 15enne eccentrica (e per esser tuttora una 30enne ancora più eccentrica^^) quella risposta mi ha davvero fatto rivivere le incomprensioni alla base del rapporto con mia madre, quando ero al liceo. questa volontà dell'adulto nel voler controllare tutto, spinge l'adolescente a non sentirsi capito, ascoltato. creando ancora dipiù un divario nei rapporti.

...poco tempo dopo aver letto l'artiolo del "pedopsicologo molto rinomato in francia" capitai su un articolo di Catherine Dumonteil Kremer sulla rivista Grandir Autrement, parlava degli adolescenti e in particolar modo dei piercing e dei tatuaggi. il suo articolo spronava i genitori ad ascoltare e capire i loro figli. li spingeva a dialogare informandoli ma anche accompagnandoli!
esaltata da questo approccio le ho scritto una mail. da li' è partito uno scambio di email (che dura ancora oggi) finché non mi ha proposto di scrivere una testimonianza per il suo libro per quel che riguarda i tattoos e i piercings. c'ho messo un po' ma alla fine l'ho scritta ed eccola qui:






(perdonatemi l'itaGLiano improbabile ma non ho tanto tempo, ho una città da visitare^^)

questo messaggio è per te che non commenti MAI:


amatissim@ lurker, potresti ogni tanto lasciare un commentino cosi' da non farmi sentire proprio sola & derelitta in questa landa desolata che è internet?
(ringrazio di cuore tutti quelli che gi à i commenti li lasciano, grazie per far si che questo blog non si trasformi in un tumblelog)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...